Corso di Formazione

“ALTERNATIVE ALLA VIOLENZA di GENERE:

PSICOLOGIA, EDUCAZIONE , GIURISPRUDENZA”

lI Corso si svolgerà a Bologna nelle giornate di sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle 18 per un totale di 120 ore dal 17 novembre 2018 al 29 giugno 2019

La formazione è rivolta a Psicologhe/i, Psicoterapeute/i e Psichiatre/i, Medici, Avvocate/i, Pedagogiste/i, Insegnanti, Educatrici/ori, Assistenti Sociali, Mediatrici/ori Culturali, Volontarie/i dei Centri Anti-Violenza, Forze dell’Ordine, Criminologhe/i, Sociologhe/i, Antropologhe/i che intendono operare con:

 

1) donne vittime di violenza;

2) uomini autori di maltrattamento;

3) nei contesti scolastici sia nelle classi, che per la formazione e la consulenza ai docenti su tematiche di genere.

4) in ambito giuridico

Le finalità del Corso sono volte a contrastare la violenza di genere e formare cultura della parità, si intende portare a conoscenza gli stereotipi e fornire alternative nei vari contesti socio-culturali.

Il Corso forma professionisti che intendono occuparsi di progetti mirati sia aiutando le donne stesse a prendere consapevolezza del maltrattamento e ad intraprendere percorsi di valorizzazione delle proprie risorse, sia aiutando gli uomini che agiscono violenza a trovare comportamenti alternativi. Coloro che sono già in possesso di strumenti di psicologia clinica potranno apprendere anche tecniche integrate rivolte alle donne e agli uomini per aiutarli in un nuovo percorso.

Verranno inoltre sviluppate competenze utili a poter operare nel sistema scolastico come consulenti e formatori per docenti, elaborando progetti mirati all’acquisizione di nuovi strumenti educativi centrati sullo sviluppo di capacità emozionali consapevoli e di alternative ai comportamenti aggressivi. Gli altri professionisti conseguiranno competenze atte a riconoscere e contrastare le varie forme di violenza nei loro specifici ambiti.

Le abilità acquisite attraverso il Corso sono comunque assoggettate alle previsioni specifiche delle rispettive responsabilità̀ professionali derivanti dai titoli di studio precedentemente acquisiti.

Gli obiettivi e i contenuti che il Corso si propone sono:

  1. Decodificare le dinamiche di potere fra i generi, mediante la rilevazione di stereotipi forniti dai mass media e dalle aspettative di ruolo presenti nel contesto culturale, il quale privilegia ancora oggi schemi mentali favorenti la realizzazione degli uomini e discriminanti la valorizzazione delle doti delle donne, radicati a volte anche nella mente delle donne stesse
  2. Riconoscere le dinamiche della violenza: fisica, economica e psicologica. In particolare il maltrattamento psicologico: svalutare, deridere, ricattare, attribuire ai comportamenti significati e logiche diverse ha il fine di manipolare e conservare potere, confondere e offuscare il logos della donna e conseguentemente l’identità, abbassarne l’autostima e le potenzialità realizzative.
  3. 3. Informare sui contributi culturali e sociali forniti dalla storia dell’emancipazione delle donne e dall’esperienza dei Centri Antiviolenza che hanno enucleato il problema della violenza maschile sulle donne come problema di potere e di esercizio di dominio fino a ieri considerato “naturale”, nonché dalle prime sperimentazioni presenti nella Regione Emilia Romagna rivolte agli uomini maltrattanti. Verranno utilizzate anche le competenze acquisite dagli studi e dalle esperienze dei Paesi del Nord Europa.
  4. Sviluppare competenze specifiche di psicologia clinica per aiutare innanzitutto le donne maltrattate ad acquisire lucidità di logos e di consapevolezza del proprio stile di attaccamento e di relazione.
  5. Sviluppare competenze per aiutare gli uomini che hanno agito maltrattamento, mediante tecniche di cura focalizzate al superamento della mentalità prevaricante, uscendo dagli ingorghi emozionali ed imparando a portare a coscienza i sentimenti di ansia, paura, gelosia, impotenza, inefficacia, perdita di potere, per iniziare ad integrarli favorendo la possibilità di esprimere i sentimenti con modalità autentiche.
  6. Sviluppare competenze sulle alternative alla violenza in educazione (AVIE) per poi intervenire nella formazione di docenti e genitori, per progetti di educazione al genere nelle classi, partendo dal superamento delle prevaricazioni e del bullismo.
  7. Portare esperienze di femminismo in ambito legale, dare compiute informazioni sullo stato dell’arte nella materia giuridica, sulle normative che hanno introdotto vecchi e nuovi strumenti di contrasto della violenza di genere e di tutela delle vittime, loro prassi applicative, esposizione di esperienze giudiziarie e casi laboratoriali per informare e formare operatrici e operatori di settore.

La formazione specifica è composta da lezioni frontali e laboratori esperienziali (da novembre 2018 a giugno 2019), sui temi di: modello junghiano, modello norvegese, tecniche trattamento donne; tecniche trattamento uomini e alternative alla violenza; percorsi di consapevolezza (mindfulness), stili di attaccamento e gestione dei traumi, comunicazione empatica, autostima, casi clinici.

 

L’organizzazione del Corso prevede:

6 moduli sviluppati in 120 ore di corso svolte in 15 incontri:

MODULO A: Introduttivo 20h
MODULO B: Psicoterapia 20h
MODULO C: Donne 20 h
MODULO D: Uomini 20h
MODULO E: Educativo 20 H
MODULO F: Giuridico 20 H

 

MODULO A Introduttivo (20 ore, aperto a tutti)

Storia del movimento delle donne, Epistemologia e Politica della Violenza di genere, le esperienze dei Centri antiviolenza, riconoscimento e contrasto delle varie forme di violenza a partire da quella psicologica che indebolisce l’identità, aspetti giuridici, interventi educativi nelle scuole e rivolti alla popolazione per prevenire, tecniche indirizzate alle donne e agli uomini.

 

MODULO B: Psicoterapia (20 ore, riservato a Psicoterapeuti e Psichiatri)
Tecniche di psicoterapia integrate dal Simbolismo Junghiano, dal Metodo norvegese, con Esempi pratici, Laboratori esperenziali e Casi clinici.

 

MODULO C Donne (20 ore, aperto a tutti)

le esperienze dei centri antiviolenza e gli aspetti di consapevolezza del maltrattamento, come rilevare i pregiudizi di genere e focalizzarsi sul recupero del valore e dei talenti delle donne, dal bilancio di competenze alla progettualità individuale, agli interventi nel sociale.

 

MODULO D: Uomini (20 ore, aperto a tutti)

Dai pregiudizi di diniego e minimizzazione della violenza, alla gestione degli agiti della rabbia, per tendere verso lo sviluppo di capacità di empatia. Tecniche di trattamento degli uomini maltrattanti

 

Modulo E: Educativo (20 ore, aperto a tutti)

Come riconoscere Pregiudizi e stereotipi di genere, le alternative alla violenza in educazione, le conseguenze psicologiche di crescere in ambiente violento e le relazioni prevaricanti, l’eredità della rabbia agita. Neoliberismo come bacino culturale del bullismo e di varie forme di prevaricazione. Il modello basato sulle emozioni “Io no che non mi arrabbio” AViE, Altrenative alla violenza in educazione.

 

Modulo F:Giuridico (20 ore, aperto a tutti)

Strumenti di contrasto alla violenza di genere. Interventi di Prevenzione, Protezione, Punizione,Compensazione. Aspetti di psicologia giuridica. Esperienze e casi clinici.

 

Calendario :

lI Corso si svolgerà a Bologna nelle giornate di sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle 18 per un totale di 120 ore:

 

17 novembre 2018

1 dicembre 2018

15 dicembre 2018

12 gennaio 2019

26 gennaio 2019

9 febbraio 2019

23 febbraio 2019

9 marzo 2019

30 marzo 2019

13 aprile 2019

4 maggio 2019

18 maggio 2019

1 giugno 2019

15 giugno 2019

29 giugno 2019

Programma Calendario Lezioni Corso Alternative Violenza

 

DOCENTI:

Dott. Maria Luisa Amoroso, Dott. Alessandra Bagnara, Dott. Eloisa Betti, Dott. Silvia Carboni, Dott. Giuditta Creazzo, Dott. Silvia Leonelli, Dott. Conny Leporatti, Dott. Roberta Lorenzetti, Avv. Rossella Mariuz,Dott. Edda Plazzi, Dott. Rosanna Poluzzi, Dott. Vanna Puviani, Dott. Angela Romanin, Dott. Patrizia Selleri, Dott. Andrea Spada, Dott. Giancarla Tisselli, Avv. Marta Tricarico, Dott. Daniele Vasari.

 

Docenti Corso Formazione Alternative alla Violenza

COSTI DEL CORSO

 

CORSO TOTALE*: € 1850

Solo per: Psichiatri, Psicoterapeuti, Psicologi, Medici

Frequenza di tutti i 6 moduli (120 ore). Il corso dà 50 ECM per l’annualità 2019

Termine ultimo iscrizioni: 31 Ottobre 2018

CORSO PROFESSIONISTI* € 1.500,00

Per: Avvocati, Pedagogisti, Insegnanti, Educatori, Assistenti Sociali, Mediatori Culturali, Volontari dei Centri Anti-Violenza, Forze dell’Ordine, Criminologi, Sociologi, Antropologi.

Frequenza di 5 moduli (100 ore) escluso il modulo B (Psicoterapia). Il corso non dà ECM

CORSO BASE* € 750,00

Per tutti i professionisti.

Frequenza di 2 Moduli (40 ore): Modulo A introduttivo e un altro a scelta secondo la propria professione

*numero minimo iscritti per attivazione Corso: 18 iscritti

CONSIGLIO SCIENTIFICO:

Dott. M.Fantinelli, Avv. R.Mariuz,Dott. P.Selleri, Dott. G.Tisselli, Avv. M.Tricarico

Responsabile Scientifico:

Giancarla Tisselli

+393483183354

cartiss@libero.it

info@giancarlatisselli.it


Iscrizioni: cristina@almatu.it

+393937773777

SEDE DELLE LEZIONI:

Camplus Bononia 

Via Sante Vincenzi 49/51 Bologna

 

MODULO ISCRIZIONE SCARICABILE CLICCANDO QUI:

Scheda ISCRIZIONE_PSICOLOGIA_GENERE

 

 

http://almatu.it/educazione-e-comunicazione/273-alternative-alla-violenza-di-genere-psicologia-educazione-giurisprudenza.html

#alternativeallaviolenza #corsodiformazione #psicologiadigenere #educazione #giurisprudenza #GiancarlaTisselli


 

#corsodiformazione #alternativeallaviolenza #GiancarlaTisselli #alternativeallaviolenzadigenere